Obiettivi, piano editoriale, contenuti: le tre fasi di una strategia di narrazione d’impresa

La parola chiave è semplicità. Tre semplici passi per arrivare al risultato in un nostro progetto di storytelling aziendale:
1) fissare gli obiettivi della narrazione; 2) organizzare il piano editoriale; 3) creare contenuti.
I tre momenti procedono in sequenza ciclica. Arrivati al punto 3, si ritorna al punto 1 per la verifica dei risultati e la riconfigurazione degli obiettivi.

 

1) Fissare gli obiettivi.

Le storie d’impresa raccontano più di quanto ci s’immagina, concorrono a trasmettere segnali che, sommati, distinguono un’impresa dalle altre. Proprio quel rendere il mercato consapevole dell’unicità dell’impresa, rassicurarlo circa i valori, è l’obiettivo – misurabile – delle nostre strategie. È un risultato che va oltre la semplice visibilità, si chiama “posizionamento” e contribuisce a quel clima di fiducia attorno a cui sviluppare azioni di vendita.

2) Organizzare il piano editoriale.

Tra gli obiettivi dichiarati e i risultati da conseguire c’è un’insieme di azioni che costituisce la strategia: riguardano la scelta dei canali di comunicazione e i temi narrativi che contribuiranno a definire la personalità dell’impresa. È in questa fase che spesso entra in gioco il metodo SIEPE con tre funzioni preziose nella gestione di un canale di comunicazione on-line: organizzatore del piano editoriale, generatore (o rigeneratore) di contenuti, combinatore casuale di opzioni narrative.

3) Creare contenuti.

I contenuti sono il propellente della strategia: le buone storie d’impresa sono uno straordinario equilibrio di sostanza (l’oggetto della narrazione) e forma. Serve mestiere per dosare parole, filmati, fotografie in modo opportuno, e qualche piccolo segreto che i più esperti conoscono. Come il metodo dei CINQUE VASI nato allo scopo di offrire a chi scrive le parole giuste per cogliere l’attenzione e farsi capire.

Se un potenziale cliente non vede la differenza tra te e i tuoi concorrenti userà un solo criterio per scegliere: il prezzo. E sceglierà il più basso.

 

I metodi svolgono un ruolo chiave: SIEPE e CINQUE VASI sono quelli che abbiamo ideato e provato sul campo, applicandoli alla narrazione di decine d’imprese. Poi li abbiamo codificati perché fossero facili da capire e chiunque li potesse usare. Da anni li insegniamo nelle aule di formazione aziendale raccogliendo ogni volta spunti e commenti utili ad affinarne l’utilizzo: sono per noi uno strumento indispensabile per spingere le imprese verso l’obiettivo di rendersi ben distinguibili dalle altre presenti sul mercato.